Il mistero della morte del procuratore sovietico al processo di Norimberga

• Il mistero della morte del procuratore sovietico al processo di Norimberga

Il mistero della morte del procuratore sovietico al processo di Norimberga

23 Maggio 1946 nella città di Norimberga, l'hotel si trova nella zona americana di occupazione in Germania, è stato trovato morto Sovietica procuratore Nicholas Zori. La morte di Assistente Procuratore Capo al processo di Norimberga ha causato un sacco di domande. Che cosa è stato - il suicidio, incidente o omicidio - non è stata ancora stabilita.

La morte procuratore

La pupilla di una casa per bambini, Nikolai Zorya, prima della guerra, ha fatto una carriera nell'ufficio del procuratore, alzatosi dal commissario distrettuale di sostituto procuratore dell'URSS, Andrei VySinskij (forse a causa della conoscenza personale con quest'ultimo). Nel 1939, quando il capo della NKVD Lavrentij Beria ha cominciato "pulizia" nei corpi affari interni, Zorya potrebbe rappresaglie per aver richiamato l'attenzione ai fatti brutti del Grande Terrore. Salvato suo arruolamento. Zorya ha partecipato alla Guerra d'inverno con la Finlandia, poi rilasciato da Stalingrado nazisti, Crimea, la Bielorussia. Alla fine del 1945 Stato classe III consulente è stato nominato procuratore generale dell'URSS - ha dovuto difendere la posizione sovietica nel processo dei criminali di guerra nazisti.

Il giorno della morte, il pubblico ministero ha trovato disteso sul letto, era una ferita circolare nel suo tempio. la polizia di Norimberga che hanno esaminato il corpo, reso alla conclusione preliminare che Zorya è stato colpito mentre dormiva. Ma un'indagine sull'incidente i tedeschi non sono stati ammessi. Secondo la versione ufficiale sovietica, il pubblico ministero ha tirato accidentalmente il grilletto durante la pulizia di un'arma, ma la famiglia è stato detto che l'avvocato si è suicidato. Versione più a terra di molti storici ritengono che Zorya è stato ucciso per essere troppo "autosufficienza".

Domande su Katyn

A nome del procuratore generale nel luglio 1946 Nicholas Zor aveva letto la posizione ufficiale sovietica sul caso Katyn. . L'esecuzione di 15 mila ufficiali polacchi accusati tedeschi russi - e un tribunale internazionale è stato quello di risolvere questo punto di vista su questa tragedia. Tuttavia, l'avvocato Hermann Goering ha protestato e chiesto audizioni supplementari su Katyn.

Per preparare il dibattito Nikolai Zorya conoscere le carte degli inquirenti sovietici, molti dei quali erano stati falsificati. Versione basata sulla testimonianza di falsi testimoni, era che il campo con i prigionieri di guerra polacchi nei pressi di Smolensk è andato ai tedeschi, i polacchi che sono stati girati in autunno 1941. Dopo aver studiato i documenti di Katyn Nikolai Zorya appello al procuratore generale Konstantin Gorshenin chiedono di lasciarlo andare a Mosca. Già affrontato con la pratica della falsificazione dei casi durante la persecuzione nel 1937, ha riconosciuto la stessa "scrittura a mano" del NKVD in titoli della Commissione Burdenko. In questa occasione, Zorya lo scopo di condividere i loro pensieri con Andrei VySinskij.

Domanda circa l'inizio della guerra

Un altro motivo per l'omicidio potrebbe essere errori Zori fatte da loro al processo di Norimberga. In particolare, durante l'interrogatorio del feldmaresciallo Friedrich Paulus procuratore impropriamente richiamato l'attenzione sul fatto che l'Armata Rossa nel 1941 ha bombardato Ungheria e Finlandia. Questi eventi hanno provocato l'entrata in guerra degli alleati di Hitler, ambiguo interpretati dagli storici. Esiste una versione che invece di una guerra difensiva, Stalin lo scopo di condurre offensive e questi piani non sono stati corretti in tempo. Un 22 maggio, il giorno prima della morte di Alba, Joachim Ribbentrop ha annunciato pubblicamente i dettagli del protocollo segreto sovietico-tedesco per il patto di non aggressione, compresi gli oggetti sulla divisione dell'Europa orientale. Nikolai Zorya non solo non ha impedito alla Ribbentrop farlo, ma anche inviato Stalin cadde nelle sue mani una copia del protocollo segreto, senza consultarsi con il permesso del suo superiore diretto - procuratore capo dell'URSS, romana Rudenko.

Chi esattamente di proprietà l'iniziativa di eliminare il "scomodo" l'avvocato, è non ci sono dati precisi. Tuttavia, è noto che in data gli ordini ricevuti dalla segreteria di Stalin, il corpo è stato sepolto Zori a Norimberga, e un anno dopo rimossa dalla tomba e cremato. È interessante notare che il figlio del procuratore, Yuri Zorya, durante la perestroika ha partecipato a una nuova inchiesta sulla tragedia di Katyn, che ha portato in Unione Sovietica ufficialmente riconosciuto che i polacchi uccisi dalla NKVD.