Come "Coca-Cola" amato in URSS

• Come la "Coca-Cola" amato in URSS

8 mag 1886 Farmacista John Pemberton prima ha iniziato a vendere il leggendario bevanda Coca-Cola, designandolo come rimedio "contro tutti i disturbi nervosi." Oggi è una delle bibite più popolari, che vengono venduti in più di 200 paesi. Ma qui nella vastità dell'URSS Coca-Cola non ha venduto la parte del leone l'esistenza dell'Unione.

In questo numero vi spiegherà come la Coca-Cola ha rotto nel territorio dell'URSS e ha conquistato il cuore dei nostri concittadini.

Come Come

Zhukov stava bevendo incolore Coca-Cola.

Quando il maresciallo Zhukov ha incontrato Dwight D. Eisenhower, che ha comandato le forze Usa in Europa durante la seconda guerra mondiale, gli diede una Coca. Zhukov è piaciuto un drink, e ha chiesto Eisenhower di organizzare la sua consegna al loro quartier generale, ma solo nella versione sbiancato, in modo che sembrava un vodka. Attraverso la richiesta del presidente Truman è stata trasmessa al stabilimento della Coca-Cola, che i chimici sono stati in grado di rimuovere il colore del colorante. Soda rovesciato semplice bottiglia con un cappuccio bianco su cui era stampata una stella rossa, e almeno 50 scatole inviato Zhukov.

Come

Nikita Kruscev, involontariamente pubblicizzato rivale di lunga data "Coca-Cola" - "Pepsi".

L'eterna lotta tra i due giganti - Coca-Cola e PepsiCo - ha avuto luogo sul territorio dell'URSS. In questo caso, "Coca-Cola" stava perdendo la battaglia, perché la "Pepsi" involontariamente pubblicizzato Krusciov se stesso. Nel 1959 Mosca ha ospitato la Mostra Nazionale degli Stati Uniti, in cui Krusciov offerto di provare la Pepsi. Ha accettato e, senza rendersene conto, è diventato il ragazzo del manifesto inconsapevole per l'azienda, in quanto il giorno dopo la foto è stata pubblicata sui giornali di tutto il mondo, in cui il leader sovietico beveva Pepsi.

Come

In contrasto con il resto del mondo, sul territorio dell'Unione Sovietica durante la stagnazione di Breznev "Coca-Cola" vergognosamente perso la sua battaglia con la "Pepsi".

Produzione di Pepsi-Cola in Unione Sovietica ha avuto inizio durante la scarica dei rapporti conflittuali tra l'Occidente e l'Unione Sovietica, aveva cominciato incontro nel 1971, il presidente di PepsiCo, Donald Kendall con il Presidente del Consiglio dei ministri dell'URSS Alexei Kosygin. In questo caso, come in Unione Sovietica hanno combattuto contro ogni forma di stranieri, "Pepsi" sulle bottiglie è stato scritto in russo. "Coca-Cola" ha anche rotto la cortina di ferro non molto più tardi.

Come

"Al momento stesso in cui la Coca-Cola inizia il trasporto in qualsiasi paese, possiamo dire con fiducia che i grandi cambiamenti attesi in esso. Coca-Cola - questa è l'essenza del capitalismo, racchiusi in una bottiglia "(Tom Stendidzh," La storia del mondo in sei bicchieri ").

Come

"Coca-Cola" ha rotto nel territorio dell'Unione Sovietica negli anni '70.

Si ritiene che la bevanda "Coca-Cola" è stato iniziato a vendere in Unione Sovietica durante le Olimpiadi 1980 a Mosca. Tuttavia, lo scrittore americano e ricercatore Mark Pendergrast nel suo libro "Per Dio, patria, e Coca-Cola" scrive che "Coca-Cola" ha firmato un accordo di cooperazione con il Comitato di Stato del Consiglio dei ministri dell'URSS sulla scienza e la tecnologia per 6 anni prima dei Giochi, nel mese di giugno 1974. Poi è stato raggiunto un accordo sulla questione nelle penitenze URSS. La prima linea di imbottigliamento ha aperto in Mosca birra e bevande analcoliche impianto nel mese di agosto del 1979, e anche allora lotto limitata del prodotto è apparso sugli scaffali dei negozi della capitale, la cessione ha comportato "Souzplodoimport" e "Technopromimport". Oltre a Mosca Fanta potrebbe essere acquistato a Tallinn e Kiev.

Come

Nel 1980, Coca-Cola è la bevanda ufficiale dei Giochi Olimpici di Mosca.

Quando l'amministrazione del presidente Ronald Reagan ha deciso di boicottare i Giochi Olimpici di Mosca, la gestione "Coca-Cola" società non ha sostenuto il boicottaggio, dicendo che perché è una società intercontinentale è al di sopra giochi politici. Pertanto, nel 1980, la bevanda Coca-Cola e Fanta divenne la bevanda ufficiale delle Olimpiadi di Mosca.

Come

Alle bevande Giochi versato in bicchieri usa e getta, che era una grande novità per i consumatori sovietici.

tazze di carta e polistirolo ordinate sono piacevolmente sorpresi dal consumatore sovietico, mentre i distributori automatici locali versato soda in un solo bicchiere sfaccettato, da cui tutti bevve. tende speciali in cui vendere la bevanda durante le Olimpiadi-80, portati dalla Germania - in URSS a quel tempo tale non era semplice. Dopo le tende Giochi donati al governo sovietico.

Come

Negli anni 80 finalmente avuto Coke con iscrizione prezioso "Made in URSS".

Nel dicembre 1986 ha firmato un accordo per la produzione del "sovietico" Coke in vendita generale. In base al contratto, il concentrato di Coca-Cola di Atlanta Distribuito a Mosca, dove convertito nella bevanda e versa. Allo stesso tempo, sul quotidiano "Izvestia" ha pubblicato un articolo, riporta che le vendite di bottiglia di Coca-Cola con la scritta "Made in URSS" inizieranno maggio 1987. Anche se il concentrato al momento dell'importazione nell'Unione in quantità minuscole, era importante non è la quantità, ma il fatto di entrare nel mercato sovietico.

Come

Car "Armonia" in cambio di concentrato.

"Coca-Cola", anche accettato di ricevere concentrarsi Sovietica auto "Lada" per la rivendita in Inghilterra. Neville Isdell, nel suo libro "Inside Coca-Cola", dice: "Le macchine sono state assemblate in modo che in Gran Bretagna ha avuto tre giorni di tempo per lavorare sul loro modifica, prima di mettere sul mercato. Abbiamo perso i soldi in Unione Sovietica, ma eravamo lì per ottenere un punto d'appoggio per il futuro. "

Come

Nella ondata di democratizzazione dell'URSS negli anni '80, "Coca-Cola" ha fatto il suo trionfale Back in the USSR.

In ogni caso, alla fine, "Coca-Cola" è stato pubblicato nel mercato sovietico. Nel 1988, la produzione di bevande è stata stabilita sulla birreria Moskva. Nello stesso anno, nella hall dell 'hotel "internazionale" di Mosca è stato installato prima in Unione Sovietica distributori bevande Coca-Cola.

Come

un segnale senza precedenti dei tempi nuovi.

Nel 1989, un simbolo della nuova era è diventato un enorme neon di Coca-Cola in Piazza Pushkin a Mosca. In linea di massima l'insegna della Coca-Cola è diventata la prima pubblicità esterna a pieno titolo in URSS prima che le strade delle città sovietiche erano decorati con frasi non-alternative come "volare gli aerei" Aeroflot o "mantenere i vostri soldi in una cassa di risparmio!" "!".

Durante il suo viaggio in URSS nel 1957, lo scrittore Gabriel Garcia Marquez ha descritto il paese dei Soviet come i 22,4 milioni di chilometri quadrati, senza una sola pubblicità della Coca-Cola. Ma tempi nuovi portano nuove tendenze.